News

 

di Antonietta Licciardello


   FOTO INEDITE   

 MERCHANDISING

28.03.2009: PRESENTATA LA STAGIONE DEL CATANIA WARRIORS PATERNO'

L'obbiettivo è riportare una squadra siciliana nella Italian Baseball League. Il plauso del Presidente FIBS Sicilia Michele Bonaccorso e del Presidente del CONI di Catania Pippo Crisafulli

Una società in Serie A2 (il Catania Warriors Paternò), una in Serie C1 (il Catania Red Sox Paternò), una squadra per il campionato di Under 21 (il Cus Catania Red Sox), 4 squadre Ragazzi (Dodgers Paternò, Catania Baseball Project, Cus Catania, Ninfo Baseball Club) e una squadra Allievi (Dodgers Paternò) per vivere da protagonisti la stagione 2009. Questo il progetto del Catania Warriors Paternò per il nuovo campionato. In vista dell'inizio della stagione ufficiale, il prossimo 4 Aprile, nella mattina di sabato 28 marzo è stato presentato l'organigramma ufficiale della società. Attenzione massima per il Catania Warriors Paternò che proprio il 4 Aprile inaugurerà il suo torneo di Serie A2 in trasferta contro il Bollate Baseball Club. 10 siciliani, un piemontese, 2 dominicani, un americano e 4 venezuelani, (età media della squadra inferiore ai 27 anni), per tentare la scalata alla Italian Baseball League.

"La stagione 2009 è ormai alle porte - ha dichiarato nel corso della conferenza stampa il Presidente del Catania Warriors Paternò Antonio Consiglio - e noi da settimane lavoriamo senza lesinare energie per allestire una società che possa viverla da protagonista. Inizieremo in trasferta con il Bollate, ma invito tutti a tenere in mente la data del  12 Aprile, quando avverrà il battesimo sul diamante di Paternò che quest'anno speriamo di vedere sempre pieno di tanti appassionati".

"Il roster di questa stagione mi sembra equilibrato in ogni reparto; - ha dichiarato Benedetto Falcone responsabile dell'area tecnica del Catania Warriors Paternò - Abbiamo forse perso un po' di potenza in attacco con le partenza dell'ottimo Mattew Sharp (non confermato solo a causa della regola riguardante lo straniero e quindi non schierabile a vantaggio del lanciatore della 2^ partita) e di Phil Lo Cascio che ha firmato per i Pirati di Rimini della IBL, ma abbiamo sicuramente guadagnato in gioventù e quindi in freschezza atletica e velocità sulle basi. Infatti con gli innesti di Edson Piovan prelevato dall'Avigliana, Savasta e Soraci arrivati dal Cus Messina, Sosa proveniente dai college venezuelani, Mario Pesce proveniente dal Catania Baseball Project e Salvatore Sciacca proveniente dai Normanni Paternò, si è voluto fortemente dare un'impronta di squadra basata sui giovani. Non dimentichiamoci che nel roster ci sono anche altri giovani riconfermati dallo scorso anno: Privitera, D'ignoti, Murray e Giuseppe Sciacca".

"La nuova squadra mi piace molto c'è un bel mix di velocità e potenza. - ha spiegato Mario Raciti Direttore Generale del CWP - Ci sono senz'altro i migliori atleti siciliani, e quanto di meglio il panorama degli oriundi di A2 possa esprimere. Senza paura di essere smentito posso affermare che ci sono 4 o 5 atleti di categoria superiore. I punti di forza sono senz'altro la panchina lunga e i due partenti, credo nessuno li abbia meglio di noi". 

"I punti di forza della nostra nuova squadra partono, prima di tutto, dal nuovo assetto dirigenziale che, di conseguenza, dovrebbe dare una nuova immagine dell'organizzazione raggiungendo si spera risultati di buon livello". A parlare così è stato Nunzio Botta Direttore Sportivo del Catania Warriors Paternò.

"Questa che sta per iniziare sarà una stagione fondamentale per lo sviluppo futuro del baseball siciliano. Voglio fare un plauso a tutti: atleti, dirigenti e tecnici per gli sforzi profusi per centrare l'obbiettivo. - ha dichiarato Michele Bonaccorso Presidente FIBS Comitato Regionale Sicilia - Il progetto varato dal nuovo organigramma del Catania Warriors Paternò non potrà fare altro che elevare tutta la qualità del baseball siciliano.

"Il mondo del baseball siciliano può contare su una classe dirigente sportiva preparata ed entusiasta. - ha concluso il Presidente Provinciale del Coni Pippo Crisafulli - Si evince da subito la voglia di questi dirigenti di arrivare in alto. Tra l'altro il loro obbiettivo di conquistare la massima serie rappresenta un'opportunità che l'intera Sicilia non può farsi sfuggire".